Siria, raggiunto accordo tra Russia e Turchia su cessate il fuoco

Russia e Turchia hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco in Siria. Lo annuncia l’agenzia ufficiale di Ankara, Anadolu. L’intesa, viene precisato, verrà ora sottoposta all’approvazione di Damasco e dei gruppi dell’opposizione siriana. I capi della diplomazia dei due Paesi hanno sottolineato la necessità di concordare al più presto sui “parametri pratici per porre fine alle azioni di combattimento”.

I capi della diplomazia russa e tedesca, Serghei Lavrov e Mevlut Cavusoglu, hanno sottolineato la necessità di concordare al più presto sul come “separare l’opposizione moderata dai gruppi terroristici e preparare l’incontro ad Astana su invito della leadership del Kazakistan per il lancio del soluzione politica in linea con la risoluzione del Consiglio di sicurezza 2254” si legge in una nota ufficiale.

Ong: 22 civili morti in raid su area sotto il controllo dell’Isis – Intanto continua la scia di sangue nel Paese. Ventidue persone appartenenti a due famiglie sono state infatti uccise in raid compiuti da aerei non identificati su un’area nel nord-est della Siria controllata dall’Isis, secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Secondo la fonte i bombardamenti sono avvenuti sul villaggio di Al Hajna, nella provincia di Deyr az Zor. Tra i morti ci sono tutti i membri di due famiglie: una composta da genitori e otto figli, l’altra da genitori e cinque figli.